Rimborso premi LAMAL e LCA dei defunti agli eredi

Le casse malati non hanno l'obbligo di informare automaticamente i parenti di questo diritto ma è importante che la popolazione ne sia a conoscenza.

 

Solitamente il premio viene riscosso anticipatamente (come per l'affitto) e fino alla recente sentenza del Tribunale federale delle assicurazioni di Lucerna esso, in caso di decesso, non veniva restituito. Ma le cose cambiano: gli eredi hanno il diritto di richiedere il rimborso del premio per il periodo posteriore al decesso.

Il Tribunale federale era chiamato a esprimersi su un ricorso presentato da Giorgio Ghiringhelli, fondatore del movimento “Il Guastafeste”, che si era visto negare la restituzione della quota parte del premio per l’assicurazione di base (LAMal) della madre defunta (dopo un primo rifiuto la cassa malati aveva invece finito per concedere il rimborso del premio delle assicurazioni complementari).

Il tribunale ha deciso di cambiare la sua giurisprudenza e ha sancito che, come per le complementari, anche per la LAMal vada applicato il principio della divisibilità del premio: sarà così possibile calcolare e restituire agli eredi il premio già pagato dal giorno successivo il decesso fino alla fine del mese.

La decisione non si applicherà solo in caso di morte ma anche in caso di arrivo o partenza dalla Svizzera (per i neonati , invece, il premio per l’assicurazione di base si paga generalmente a partire dal mese successivo alla nascita).

Per eredi di persone decedute dopo il 3 dicembre 2015 (data della sentenza) la restituzione non dovrebbe porre problemi a patto che la domanda di rimborso del premio LAMal venga effettuata entro 1 anno dal decesso. Non è invece chiaro se la restituzione possa essere richiesta anche dagli eredi di persone decedute prima della data della sentenza. Per la restituzione del premio di eventuali assicurazioni complementari il termine è di 2 anni dalla morte (indipendentemente dalla recente sentenza che concerne solo la LAMal).

Si consiglia di chiedere alla cassa malati la restituzione dei premi entro 30 giorni dall'evento e per iscritto. Alla lettera sarà necessario allegare i documenti che provano il diritto al rimborso. Il certificato ereditario è da richiedere alla Pretura competente per l’ultimo luogo di domicilio del defunto. In caso di arrivo o partenza da/per l'Estero la relativa dichiarazione emessa dall'Ufficio controllo abitanti del Comune di domicilio.

 

La Cancelleria comunale ed il Servizio sociale sono a disposizione della popolazione per ulteriori informazioni ed aiuti.

Indirizzo

Cancelleria Comunale
Casella postale 169
6934 Bioggio

Contatto

091 611 10 50
091 611 10 71
cancelleria@bioggio.ch

Segretario comunale

Massimo Perlasca

 

Collaboratrici

Sabina Costa, Giulia Pisano, Simona Reimann, Alessandra Zappa

 

Orari

lun 16.00 - 19.00
mar, mer, ven 9.45 - 11.45
gio 11.00 - 14.00

Servizi comunali

Amministrazioni superiori

Aiuto

Non hai trovato le informazioni che
stai cercando? Contatta la cancelleria

 

Richiedi informazioni

Utilità

Sitemap
Stampa la pagina
Area riservata
Credits

© www.bioggio.ch