12 Aprile 2019, 18:30
Bioggio, Casa comunale

Nell’ambito della programmazione culturale promossa dal Comune di Bioggio viene inaugurata

 

venerdì 12 aprile 2019 alle 18:30

 

l'esposizione delle opere di Wolfgang Egon Schneebeli Wesch
"Mutamenti"

 

dal  12 aprile al 26 maggio 2019.



ORARI -  Lunedì 16-19; martedì, mercoledì e venerdì 9.45-11.45; giovedì 11-14.

 

Le esposizioni sono come sempre sostenute da Banca Raiffeisen Malcantonese, AIL SA e Tenuta Bally & Von Teufenstein Vezia.

 

 

Es gibt nichts Gutes, ausser man tut es!   (Erich Kästner)



“Nulla di buono può essere fatto, se non lo si fa”. Ecco l’aforisma che accompagna i mutamenti di Egon Schneebeli, il Wesch, e che lo affianca da sempre nei tentativi di dare una forma al suo colore.

In questo spazio espositivo, l'artista raggruppa buona parte dei materiali che ha scavato, piegato, ferito o accarezzato nel corso della sua vita e nel susseguirsi delle sue mute.  

Nei volumi o sulla pelle di ognuno di questi materiali (che sia il legno o sia la tela, che sia il metallo o il sasso, che sia una resina) riporta costantemente la marcatura dei suoi simboli e le sue tipiche sagome umane, indifferenziate e forate. “Le mie figure”: è così che lui le ha sempre chiamate.

Se gli si chiede di descriverle, taglia corto e dice solo: “Sono … Menschen”.

E in quel “Menschen” ci deve stare tutto: l’essere umano, la persona, l’individuo, la gente. Ci deve stare l’Uomo e tutta la folla di sinonimi con i quali tradurlo e narrarlo.

In una recensione ad una sua mostra, fatta più di 40 anni fa, è stato scritto: “Tema di Schneebeli-Wesch è l’uomo. L’uomo come entità vacua, come risultato di insoddisfazione e incompletezza spirituale”. (d.a) Giornale del popolo, 1975

Chi ricorda i suoi dipinti di quell’epoca, ricorda forse le loro trasparenze, gli spessori sottili del colore di superficie e le loro sovrapposizioni. Ricorda il porsi dei segni e dei simboli, gli uni sugli altri, come scaglie.

E ricorda le sagome umane, sempre quelle, asessuate e forate, che si attraversano in filigrana. 

Erano i “Menschen” di allora, e trovavano punti di incontro solo intersecandosi.

Ma perfino in quei territori comuni apparivano insoddisfatti e soli: come estraniati da un creatore.

Oggi, invece, quelle che in fondo sono rimaste le stesse figure, appaiono liberate da questa percezione di assenza e sembrano non porsi più dolorose domande.

Ed è forse per questo che le sue ultime figure, i suoi Mutanti, ci arrivano così dense e sfrontate: come se avessero deciso all’improvviso di sollevarsi e di passare da silhouettes a corpi. 

Corpi che riassumono in sé il protagonismo della personale palette di colori dell’artista   e che ci rivelano tutto il suo piacere nell’ avvolgerla, finalmente, attorno a dei volumi.

Questi nuovi “Menschen” pretendono spazi in cui incastonarsi e ambienti da rispecchiare.

E così, come le Sculture da parete in acciaio cromato, oggi anche i Mutanti riflettono i volumi dell’ambiente che li circonda. Attraverso i fori e attraverso il vuoto, adesso, modellano volumi nuovi.

A tratti, nel suo scarnire i materiali, Wesch torna a soffermarsi sui bassorilievi.

Sono tutti identificabili nella scelta della sua tavolozza e nella ricorrenza dei simboli; ma alcuni   sono così lontani dalle onde dell’acciaio, dalle rotondità delle figure e dalle contorsioni dei marmi, da sembrare quasi pelle altrui.

Simili ad algoritmi o a partiture, ci raccontano la parte più razionale dell’artista.

E ci ricordano che il mutare racchiude in sé il periodico succedersi di variazioni e di rinnovamenti.

 

                                                                          

 Fabiola Dattrino-Schneebeli

 

 

 

 

..
 

Indirizzo

Cancelleria Comunale
Casella postale 169
6934 Bioggio

Contatto

091 611 10 50
091 611 10 71
cancelleria@bioggio.ch

Segretario comunale

Massimo Perlasca

 

Collaboratrici

Sabina Costa, Giulia Pisano, Simona Reimann, Alessandra Zappa

 

Orari

lun 16.00 - 19.00
mar, mer, ven 9.45 - 11.45
gio 11.00 - 14.00

Servizi comunali

Amministrazioni superiori

Aiuto

Non hai trovato le informazioni che
stai cercando? Contatta la cancelleria

 

Richiedi informazioni

Utilità

Sitemap
Stampa la pagina
Area riservata
Credits

© www.bioggio.ch